Attendere prego...

News ASCG


Una nuova prospettiva terapeutica del glaucoma

 News pubblicata il 28/01/2019
Una nuova prospettiva terapeutica del glaucoma
D. Capobianco, A. Ginestra, F. Perillo
ASL CE – U.O. Oculistica P.O. Melorio di S. Maria C. Vetere Ambulatorio di Perimetria e Glaucoma
 
Obiettivo: Valutare con uno studio prospettico, osservazionale, in aperto, i vantaggi del nuovo collirio «DRAIN» contenente I-TRAB, una miscela di polifenoli al 2,5% ed acido ialuronico allo 0,25%, oltre ad acidi grassi polinsaturi e catechine, con elevata biodisponibilità trans-corneale, nel trattamento del glaucoma ad angolo aperto.
 
Da vari lavori risulta che la IOP aumenta nel glaucoma per un danno ossidativo cronico a carico del trabecolato e pertanto si è voluto testare se questo prodotto è in grado di contrastare l’ossidazione a livello del trabecolato, migliorandone la funzione di drenaggio. Al DRAIN viene riferita, oltre all’azione antiossidante ed antiinfiammatoria, anche attività antiallergica, lubrificante ed umettante. Abbiamo testato il collirio per: a) effetto protettivo della superficie oculare, b) effetto coadiuvante alla ipotonizzazione dei farmaci per il glaucoma, c) effetto rallentamento della progressione del danno perimetrico.
Materiali e Metodi: Arruolati 30 pazienti (60 occhi), 20 femmine e 10 maschi, di età compresa tra 45 e 75 anni, affetti da POAG con valori di IOP inferiori a 18 mmHg da almeno 12 mesi, in terapia 15 pazienti con Prostaglandine (gruppo A) e 15 pazienti con Betabloccanti (gruppo B). Il DRAIN collirio è stato somministrato 1 goccia ogni 12 ore in ambo gli occhi per 60 giorni. Tutti i pazienti al T0 e al T60 (dopo 60 giorni) sono stati sottoposti a valutazione oftalmologica completa con: Schirmer test, BUT, Colorazione con fluoresceina, IOP ed esame del campo visivo Humphrey programma 24-2. Inoltre per testare i sintomi legati alle alterazioni della superficie oculare e la relativa influenza sulla qualità di vita è stato impiegato il questionario dell’Ocular Surface Disease Index (OSDI). I dati sono stati analizzati con il metodo di Bland Altmann e con il t-test.
 
Conclusioni: Sembra confermarsi che il collirio a base di I-Trab è un valido ausilio nel management dei pazienti con POAG per la sua duplice azione: a) protettiva della superficie oculare e b) additiva della ipotonizzazione da farmaci come le prostaglandine. Anche se va confermato con ulteriori studi, si può considerare DRAIN un collirio altamente specifico per un trattamento altamente specifico.



Registrati alla Newsletter

Registrati alla nostra newsletter e riceverai le ultime news direttamente nella tua casella!