Attendere prego...

News ASCG


Si parte nel Molise con la II edizione del Master di II livello in "Clinica del Glaucoma"

 News pubblicata il 26/02/2019
La diagnosi precoce del Glaucoma, seconda causa di cecità nei paesi industrializzati, con una prevalenza a livello mondiale pari a circa l’1.96% che aumenta con l’età, in particolare al di sopra dei 50 anni e che non viene diagnosticato in un caso su due, può essere realizzata soltanto mediante formazione/informazione, campagne di sensibilizzazione della popolazione generale (informazione) e formazione di personale esperto in grado di identificare il paziente affetto e trattarlo in maniera ottimale.
Ed è esattamente questo il punto nodale, l’obiettivo principale, del quadro formativo del Master di II livello in “Clinica del Glaucoma. Glaucoma primario ad angolo aperto: epidemiologia, diagnostica e terapia”. Il Master si focalizza proprio nel preparare esperti in grado di gestire il paziente glaucomatoso nella sua complessità, e nell’approfondire le nuove tecniche diagnostiche e terapeutiche che richiedono un approccio specifico e vaste cognizioni sull’argomento.
Il programma prevede 8 moduli – da febbraio a novembre, a cadenza mensile – proiettati a generare un efficace lavoro di gruppo e favorire il confronto continuo tra i partecipanti e i docenti. Raggiunto il numero massimo di iscritti: 21 oculisti provenienti 9 dalla Campania, 3 dal Lazio, 3 dalla Puglia, 4 dal Molise e 1 dalla Calabria,
La sede didattica del Master è l’ASRe Molise in via Ugo Petrella a Campobasso. Il comitato tecnico scientifico è composto dal Direttore del Corso Prof. Ciro Costagliola, Ordinario di malattie dell’apparato visivo all’Università del Molise, dal Responsabile Moduli Didattici Dr. Decio Capobianco e dal Coordinatore Scientifico Dr. Pier Franco Marino.
Variegato e proveniente da tutta Italia il corpo docenti, tra i maggiori esperti che hanno contribuito all’avanzamento delle conoscenze nel glaucoma.
Alla fine del percorso formativo i partecipanti avranno acquisito sia conoscenze e competenze idonee per il trattamento del paziente glaucomatoso, sia ampliato la rete di relazioni per una maggiore integrazione tra strategie, programmazione organizzativa e strutture di riferimento a livello nazionale per una più corretta gestione della patologia.
Decio Capobianco



Registrati alla Newsletter

Registrati alla nostra newsletter e riceverai le ultime news direttamente nella tua casella!