Attendere prego...

News ASCG


Il Simposio ASCG-SOI 2020

"Il Glaucoma cronico :"Malattia oftalmica e/o neurologica?"

Grande successo per As.CG : il primo evento totalmente digitale, durante il Congresso SOI 2020, ha registrato una grande partecipazione online di moltissimi oftalmologi

 News pubblicata il 26/12/2020

Nel Simposio ASCG che si è svolto a Roma il 28 Novembre 2020 in occasione del secondo Congresso virtuale SOI  è stato proposto un nuovo approccio terapeutico nel glaucoma: è stato dimostrato, infatti, che la riduzione dei valori della pressione all’interno dell’occhio può non essere del tutto efficace se non viene associata a trattamenti neuroprotettivi.
E’ stato  descritto dal Dott. F. Simona un ulteriore meccanismo di danno da ipertono oculare non tanto legato alla diretta sofferenza delle cellule gangliari ma anche e soprattutto legato al danno diretto sulle fibre nervose delle cellule gangliari a livello della papilla ottica. In questa sede  anatomica la funzione di neuroprotezione svolta dalla glia, ed in particolare dagli oligodendrociti nella porzione retrolaminare, viene svolta invece dal plesso capillare radiale peripapillare.
E’ pertanto fondamentale quantizzare il danno morfologico rilevabile con OCT  e classificarlo tramite il metodo proposto dal Dott.P. Brusini  con il OCT Glaucoma Staging System che tiene conto dello spessore RNFL.
Considerata l’importanza della vascolarizzazione della testa del nervo ottico per la funzionalità degli assoni delle cellule gangliari un altro momento diagnostico importante nella malattia glaucomatosa è l’esplorazione con Angio OCT dell’architettura del plessi capillari peripapillari,come descritto dal Dott. V. De Angelis.Si è visto infatti che nella malattia glaucomatosa esiste una netta diminuzione della Vessel Density e degli indici di perfusione del plesso capillare peripapillare strettamente correlato con l’evoluzione della malattia glaucomatosa.
La terapia neuroprotettiva nel glaucoma è quindi efficace e validamente sostenuta da molti principi attivi tra cui la citicolina come riferito dal Dott. D.Capobianco.
Molto ancora è da scoprire nell’ambito dell’efficacia  della neuroprotezione dopo chirurgia ma è comunque importante eseguire un attento follow-up dopo chirurgia come ben illustrato nella relazione del Dott. P. Lepre
Considerando il successo registrato di questo evento in rapporto al numero dei partecipanti ed all’indice di gradimento ricevuto ,l’ASCG si impegna a portare avanti in successivi simposi e convegni la trattazione di questo importante aspetto terapeutico nel glaucoma.
 
Arcangelo Menna
 



Registrati alla Newsletter

Registrati alla nostra newsletter e riceverai le ultime news direttamente nella tua casella!